Il nostro impegno

È nostro primario obiettivo offrire un’assistenza di qualità ai nostri Clienti attraverso un Team Servizio Clienti che opera con passione e professionalità.


Se hai bisogno di ulteriore aiuto, consulta la sezione Informazioni utili su questa pagina.

Altrimenti, consulta le nostre FAQ oppure inoltra una richiesta

Titolari di numerosi prodotti, assicuriamo una gestione efficiente ed efficace con l’obbiettivo di assistere con professionalità e costanza gli investimenti dei nostri clienti.

Mutui

Il mutuo è un contratto di prestito che vede coinvolti due soggetti principali: un mutuante (colui che presta) e un mutuatario (colui che riceve). È un rapporto di scambio di denaro tra le parti, con l’impegno del mutuatario-debitore di restituirlo al mutuante nell’arco di un determinato tempo (la sua durata, in genere, varia da 5 a 30 anni).

È generalmente un contratto a “titolo oneroso”, in quanto ha un costo, gli interessi che possono essere a tasso fisso o variabile.

Il mutuo è anche definito ipotecario: essendo un prestito infatti, a chi presta serve una garanzia costituita dall’ipoteca sull’immobile. In caso di insolvenza del mutuatario il creditore, ossia la banca, potrà avvalersi del diritto di rivalsa sul bene oggetto di ipoteca.

Caratteristica di molti mutui di Barclays è l’indicizzazione. La particolarità del mutuo indicizzato è che il tasso varia a seconda del variare dei parametri di riferimento. È un contratto aleatorio dove il mutuatario si assume il rischio che le oscillazione future si traducano in degli addebiti o accrediti in suo favore.

Cessione del quinto

La Cessione del Quinto è un prestito personale non finalizzato con rimborso a rate costanti concepito per i lavoratori dipendenti e i pensionati.

Il rimborso del premio avviene con trattenuta fino ad un massimo di un quinto sullo stipendio o pensione.

È prestito garantito perché le rate vengono versate direttamente dalle amministrazioni di competenza, cioè il datore di lavoro o l'istituto che paga la pensione e il rapporto è sempre coperto da un’assicurazione.

Altri prodotti

Ex Clienti - Rapporti estinti o ceduti

Il nostro Servizio Clienti è costituito da un Team di operatori che garantisce con professionalità e passione, la qualità d'assistenza verso i nostri Clienti.
Nonostante le diverse cessioni che hanno interessato il business Retail in Italia, resta il nostro costante impegno verso la soddisfazione dei nostri Clienti che collochiamo sempre come primo obiettivo.

Per informazioni sul Suo prestito personale o sulla Sua ex carta di credito Barclaycard

Barclays e Banca IFIS hanno raggiunto un accordo per la cessione, con efficacia dal 7 luglio 2017, del portafoglio prestiti personali ed ex carte di credito Barclaycard. Nel caso in cui Lei sia intestatario di un rapporto ceduto, La invitiamo a contattare Banca IFIS al numero verde 800.626.669 o all’indirizzo email chiediloanoi@bancaifis.it.

Nel caso in cui Lei abbia necessità di ricevere documenti o informazioni relativi a rapporti estinti prima della cessione, ossia prima del 7 luglio 2017, La invitiamo a scriverci una e-mail a clientservice@barclays.it

Per informazioni sul Suo contratto di cessione del quinto

Barclays e Banca IBL hanno raggiunto un accordo per la cessione, con efficacia dal 14 marzo 2017, del portafoglio cessione del quinto. Nel caso in cui Lei sia intestatario di un rapporto ceduto, La invitiamo a contattare Banca IBL al numero verde 800.919.090 o all’indirizzo e-mail comunicazioni@iblbanca.it.

Nel caso in cui Lei abbia necessità di ricevere documenti o informazioni relativi a rapporti estinti prima della cessione, ossia prima del 14 marzo 2017, La invitiamo a scriverci una e-mail a operationscqs@barclays.it.

Per informazioni sul Suo conto corrente e rapporti collegati

Barclays e CheBanca! hanno raggiunto un accordo per la cessione, con efficacia dal 27 agosto 2016, di parte del Business Retail di Barclays In Italia, comprensivo delle reti di filiali e consulenti finanziari. Nel caso in cui Lei sia intestatario di un rapporto ceduto, La invitiamo a contattare CheBanca! al numero verde 800.101.030 o all’indirizzo e-mail info@chebanca.it.

Nel caso in cui Lei abbia necessità di ricevere informazioni relative a rapporti estinti prima della cessione, ossia prima del 27 agosto 2016, La invitiamo a scriverci una e-mail a clientservice@barclays.it.

Client Service

Ti aspetta un Team di esperti pronto ad aiutarti ed assisterti per la migliore risoluzione del tuo problema, nonché per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Entrando nella sezione:

È nostro primario obiettivo offrire un’assistenza di qualità ai nostri Clienti attraverso un Team Servizio Clienti che opera con passione e professionalità.

Nonostante le diverse cessioni che hanno interessato il business Retail in Italia, è nostro costante impegno assicurare la piena soddisfazione dei Clienti.

Ex Clienti - Rapporti estinti o ceduti

Il nostro Servizio Clienti è costituito da un Team di operatori che garantisce con professionalità e passione, la qualità d'assistenza verso i nostri Clienti. br Nonostante le diverse cessioni che hanno interessato il business Retail in Italia, resta il nostro costante impegno verso la soddisfazione dei nostri Clienti che collochiamo sempre come primo obiettivo.

Per informazioni sul Suo prestito personale o sulla Sua ex carta di credito Barclaycard

Barclays e Banca IFIS hanno raggiunto un accordo per la cessione, con efficacia dal 7 luglio 2017, del portafoglio prestiti personali ed ex carte di credito Barclaycard. Nel caso in cui Lei sia intestatario di un rapporto ceduto, La invitiamo a contattare Banca IFIS al numero verde 800.626.669 o all’indirizzo email chiediloanoi@bancaifis.it.

Nel caso in cui Lei abbia necessità di ricevere documenti o informazioni relativi a rapporti estinti prima della cessione, ossia prima del 7 luglio 2017, La invitiamo a scriverci una e-mail a clientservice@barclays.it

Per informazioni sul Suo contratto di cessione del quinto

Barclays e Banca IBL hanno raggiunto un accordo per la cessione, con efficacia dal 14 marzo 2017, del portafoglio cessione del quinto. Nel caso in cui Lei sia intestatario di un rapporto ceduto, La invitiamo a contattare Banca IBL al numero verde 800.919.090 o all’indirizzo e-mail comunicazioni@iblbanca.it.

Nel caso in cui Lei abbia necessità di ricevere documenti o informazioni relativi a rapporti estinti prima della cessione, ossia prima del 14 marzo 2017, La invitiamo a scriverci una e-mail a operationscqs@barclays.it.

Per informazioni sul Suo conto corrente e rapporti collegati

Barclays e CheBanca! hanno raggiunto un accordo per la cessione, con efficacia dal 27 agosto 2016, di parte del Business Retail di Barclays In Italia, comprensivo delle reti di filiali e consulenti finanziari. Nel caso in cui Lei sia intestatario di un rapporto ceduto, La invitiamo a contattare CheBanca! al numero verde 800.101.030 o all’indirizzo e-mail info@chebanca.it.

Nel caso in cui Lei abbia necessità di ricevere informazioni relative a rapporti estinti prima della cessione, ossia prima del 27 agosto 2016, La invitiamo a scriverci una e-mail a clientservice@barclays.it.

Reclami

Inoltra il tuo reclamo ed esponici il tuo problema. Il Team Ufficio Reclami, formato da esperti che hanno come primario obiettivo la piena soddisfazione dei suoi clienti, ti risponderà tempestivamente per la migliore risoluzione del tuo problema.

Quale conseguenza dell’ European Referendum Response Programme (c.d. Brexit) tutte le attività detenute dalla filiale di Milano di Barclays Bank PLC sono state cedute, con efficacia primo marzo 2019, alla filiale italiana di Barclays Bank Ireland PLC. In conseguenza di ciò, i reclami della Clientela avanzati prima della cessione verranno gestiti, in continuità col passato, attraverso i contatti indicati qui sotto della nuova filiale italiana, senza variazione alcuna in termini di contatti e riferimenti per la Clientela. Al fine di assicurare detta continuità tra le due filiali, la rendicontazione reclami afferente all’anno 2017 resterà consultabile su questa pagina.

È obiettivo di Barclays Bank Ireland PLC, infatti garantire un elevato livello di servizio, al fine di gestire in modo sensibile, rapido e corretto la relazione con il Cliente, anche quando tale rapporto preveda la gestione di un reclamo.

Nel caso in cui sorga una controversia tra il Cliente e la Banca relativa a prodotti e servizi bancari e finanziari, o a servizi di investimento, ogni Cliente può rivolgersi all’Ufficio Reclami della Banca.
Il reclamo può essere inoltrato in forma verbale, chiamando il numero verde 800.205.205, oppure in forma scritta ed inviato all’Ufficio Reclami:

  • tramite raccomandata, o A/R, raccomandata consegnata a mano o per corrispondenza ordinaria all’indirizzo: Ufficio Reclami - Via della Moscova, 18, 20121 Milano;
  • via fax al n. 02/54153222;
  • per e-mail all’indirizzo reclami@barclays.it;
  • per e-mail certificata all’indirizzo barclays.regulatory@pec.ie.barclays;
  • per via informatica compilando il form presente sul sito internet.

L’Ufficio Reclami deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento, se il reclamo è relativo a prodotti e servizi bancari e finanziari (conti correnti, carte di credito e di pagamento, mutui, finanziamenti etc.), o entro 60 giorni se il reclamo è relativo a servizi e attività di investimento.

Le risposte inviate alla clientela da parte dell’Ufficio Reclami includono:

  1. se il reclamo è ritenuto fondato, le iniziative che la Banca si impegna ad assumere;
  2. se il reclamo è ritenuto infondato, una illustrazione chiara ed esauriente delle motivazioni del rigetto.

Se il Cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i termini previsti, prima di ricorrere al giudice, può rivolgersi:

  1. all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF) per le operazioni e servizi bancari e finanziari:
    1. se l'operazione o il comportamento contestato è successivo alla data del 01/01/2009;
    2. nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro;
    3. senza limiti di importo, in tutti gli altri casi.


  2. all'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) per la risoluzione delle controversie tra investitori "retail” e intermediari in merito alla violazione degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza che gli intermediari devono rispettare quando prestano servizi e attività di investimento.
    Sono esclusi dalla cognizione dell'ACF:
    1. i danni che non sono conseguenza immediata e diretta dell'inadempimento o della violazione da parte della Banca degli obblighi esposti in precedenza;
    2. i danni non patrimoniali;
    3. le controversie che implicano la richiesta di somme di denaro per un importo superiore a 500.000 euro.

Nel caso in cui si rimanga insoddisfatti dalla decisione, resta ferma la possibilità di ricorrere all’Autorità giudiziaria, avendo presente però che la presentazione del ricorso all'ABF, ACF o ad altro sistema alternativo di risoluzione delle controversie è condizione di procedibilità per avviare un procedimento giudiziario.

Ultimi avvisi

Leggi tutti gli avvisi

Informazioni utili

Per estinguere il mutuo, anche parzialmente, occorre avanzare una richiesta alla Banca almeno 20 giorni prima rispetto alla data in cui si intende effettuare il pagamento del proprio debito residuo.

Barclays preparerà il conteggio estintivo, nel quale verrà indicata la somma da restituire comprensiva di spese oneri e di eventuali penali ove applicabili, indicando anche gli estremi per eseguire il pagamento tramite bonifico bancario.

Riceverà il conteggio almeno 10 giorni prima rispetto alla data comunicata.

Se dovessero esserci variazioni sulla data di estinzione, occorre avvisare tempestivamente la banca in quanto la mancata estinzione, senza alcun preavviso, comporterà l’addebito di una penale così come da condizioni generali del contratto.

La invitiamo a scaricare il modulo, firmarlo e compilarlo in tutte le sue parti

Modulo Richiesta estinzione totale mutuo

Dal momento in cui riceveremo il bonifico, Barclays provvederà all’estinzione del mutuo e alla cancellazione dell’ipoteca dandone comunicazione alla Conservatoria entro 30 giorni.

Se ha sottoscritto una polizza assicurativa, potrà fare richiesta alla compagnia Assicurativa per ricevere quota parte del premio assicurativo pagato al momento della stipula

Richiesta di Rimborso Premio per anticipata estinzione del mutuo

È possibile richiedere un conteggio di estinzione a solo fine informativo, scrivendo una e-mail a clientservice@barclays.it

Questo conteggio non sarà utilizzabile per estinguere il mutuo; a questo scopo resterà necessario richiedere un conteggio estintivo

Il ritardato pagamento di una rata del mutuo determina l’avvio del recupero del credito tramite agenzie specializzate.

Ciò spesso avviene perché il flusso SDD, che consente l’addebito diretto della rata in conto corrente, è inattivo o non funzionante.

Se, per eccezionali motivi, non fosse possibile addebitare le rate in conto corrente e dovesse rendersi necessario effettuare il pagamento tramite bonifico bancario, occorrerà procedere con qualche giorno di anticipo rispetto alla scadenza della rata.

Ad esempio: Se la scadenza rata è il 14 del mese, il bonifico dovrà essere eseguito almeno 3 giorni lavorativi prima cioè non più tardi del giorno 11 per consentire le ordinarie operazioni di riconciliazione e contabilizzazione del pagamento

*1 Flusso SDD inattivo

Se il flusso SDD non è più attivo sarà necessario riattivarlo al più presto fornendo alla banca un nuovo mandato SDD.

*2 Flusso SDD non funzionante

Se il pagamento della rata avviene in ritardo, il flusso SDD tramite il quale la banca può addebitare la rata del mutuo si interrompe.

Per ripristinarlo, il mutuatario dovrà tempestivamente saldare l’arretrato, comprensivo di oneri e spese, altrimenti il flusso SDD rimarrà disattivato anche per le scadenze future e ciò potrebbe maggiorare ulteriormente l’importo delle rate.

Per cambiare le coordinate bancarie di addebito delle rate del mutuo, occorre compilare Modulo variazione SDD e spedirlo a mezzo e-mail a clientservice@barclays.it

Ai fini dell’allineamento potrebbero volerci almeno 20 giorni quindi, nel caso in cui la scadenza della rata fosse oltre tale termine, la invitiamo a provvedere al saldo tramite bonifico bancario

Se, per eccezionali motivi, non fosse possibile addebitare le rate in conto corrente e dovesse rendersi necessario effettuare il pagamento tramite bonifico bancario, occorrerà procedere con qualche giorno di anticipo rispetto alla scadenza della rata.

Ad esempio: Se la scadenza rata è il 14 del mese, il bonifico dovrà essere eseguito almeno 3 giorni lavorativi prima cioè non più tardi del giorno 11 per consentire le ordinarie operazioni di riconciliazione e contabilizzazione del pagamento

Il Codice mandato richiesto è un codice così composto

2 digt → sempre 06

3 digit → codice filiale preceduta da zeri

11 digit → codice contratto/rapporto mutuo preceduto da zeri

Es 06 001 00000123456

In caso di cambio indirizzo o recapiti occorre informare la Banca con apposita lettera di autocertificazione, da compilare in tutte le sue parti e restituire firmata assieme alla copia di

Documento di identità (Fronte/Retro)
Codice Fiscale (Fronte/Retro)

In questo modo potremo aggiornare la sua anagrafica ed avere tutti i dati per contattarla e inviarle la documentazione relativa al mutuo ( certificazione fiscale, piano ammortamento, DDS, ecc…)

La lettera di autocertificazione dovrà essere spedita a mezzo e-mail a clientservice@barclays.it