Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria: eventi sismici dal 24 agosto 2016

Avviso ai clienti residenti nei territori colpiti dagli eventi sismici dal 24 agosto 2016 verificatisi nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria e successive proroghe.

A seguito dei gravi disagi socio economici verificatisi in capo ai soggetti danneggiati dal sisma dal 24 agosto 2016 nelle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria e visto quanto disposto dall’art. 1, commi 946 della legge 30 dicembre 2020, n. 178 (GU n.322 del 30-12-2020, rilevabile al link sotto riportato), relativamente al termine di sospensione del pagamento delle rate dei mutui e dei finanziamenti di cui all'articolo 48, comma 1, lettera g), del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, Barclays informa quanto segue.

I clienti Barclays aventi residenza oppure sede legale e/o operativa in uno dei Comuni di cui all’elenco allegato, che siano titolari di mutui relativi ad edifici distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, oppure relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, così come disposto dall’art. l’art. 1, commi 946 della legge 30 dicembre 2020, n. 178 possono richiedere la sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui e dei finanziamenti, potendo optare tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale.
La sospensione è a titolo gratuito. In ogni caso poiché la sospensione determina un allungamento della durata complessiva del mutuo essa comporta un maggior importo degli interessi totali a carico dei mutuatari.

I tempi di rimborso e i costi dei pagamenti sospesi verranno calcolati in base a quanto previsto dall'Accordo del 18 dicembre 2009 tra l'ABI e le Associazioni dei consumatori, in tema di sospensione dei pagamenti.

La sospensione potrà essere richiesta fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità dell’immobile e comunque non oltre la data del 31 dicembre 2021 (in precedenza al 31 dicembre 2020), salvo proroghe.

La domanda di sospensione dovrà essere assistita da un’autocertificazione, resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, che attesti il danno subito dall’immobile per il quale si richiede l’attivazione della sospensiva.
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/12/30/20G00202/sg


DOCUMENTAZIONE