INTERVENTO DI SOSPENSIONE  DEI MUTUI NEL COMUNE DI GENOVA, IN CONSEGUENZA AL CROLLO DEL PONTE MORANDI

In conseguenza dell'emergenza determinatasi a seguito del crollo di un tratto del viadotto Polcevera dell'autostrada A10, nel Comune di Genova, noto come ponte Morandi, avvenuto nella mattinata del 14 agosto 2018,  Barclays desidera informare i soggetti titolari di mutui relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attivita' di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, della possibilità di richiedere una sospensione delle rate dei medesimi mutui,  previa presentazione di autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni. La sospensione potrà essere richiesta fino all'agibilità o all'abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, e dovrà pervenire entro il 1° ottobre 2018. I tempi di rimborso e i costi dei pagamenti sospesi verranno calcolati in base a quanto previsto dall'Accordo del 18 dicembre 2009 tra l'ABI e le associazioni dei consumatori, in tema di sospensione dei pagamenti. La sospensione si applicherà a partire dalla prima rata utile successiva alla ricezione della richiesta da parte della Banca, per il numero delle mensilità indicate nel modulo di richiesta. Decorso il periodo di sospensione, il rimborso del finanziamento riprenderà con la medesima periodicità stabilita nel contratto, con conseguente allungamento del piano di ammortamento originario per un periodo corrispondente a quello della sospensione. La sospensione non comporterà alcuna modifica alle condizioni contrattuali pattuite, né comporterà l’applicazione di interessi di mora, commissioni, spese istruttorie o la richiesta di garanzie aggiuntive. Gli interessi corrispettivi sulla quota capitale, che nel periodo di sospensione continueranno a maturare al tasso contrattualmente stabilito, saranno ripartiti sulle rate residue del finanziamento. Il Cliente potrà decidere di riprendere i pagamenti in qualsiasi momento, anche prima del termine previsto dalla sospensione, dandone comunicazione alla Banca.


Modulo Richiesta sospensione del mutuo per i consumatori


Contatti

Numero verde attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08.00 alle 19.00

800.205.205

Dall'estero
0039.02.4037.8205
Da cellulare
+39 02.541199
Email
clientservice@barclays.it
Fax
02.5415.2512


Cookies – questo messaggio comparirà una sola volta.


Barclays utilizza cookies su questo sito. I cookies ci aiutano a capire un po’ meglio le tue preferenze e come utilizzi il nostro sito internet, migliorando di conseguenza la qualità della navigazione e di marketing tua e degli altri. I cookies vengono memorizzati localmente sia sul tuo computer che sul tuo dispositivo mobile. Per accettare l’uso di cookies basta continuare a navigare normalmente o, in alternativa, puoi cliccare alla sezione dedicata del sito 'cookie' per avere ulteriori informazioni

INTERVENTO DI SOSPENSIONE  DEI MUTUI NEL COMUNE DI GENOVA, IN CONSEGUENZA AL CROLLO DEL PONTE MORANDI

In conseguenza dell'emergenza determinatasi a seguito del crollo di un tratto del viadotto Polcevera dell'autostrada A10, nel Comune di Genova, noto come ponte Morandi, avvenuto nella mattinata del 14 agosto 2018,  Barclays desidera informare i soggetti titolari di mutui relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attivita' di natura commerciale ed economica svolte nei medesimi edifici, della possibilità di richiedere una sospensione delle rate dei medesimi mutui,  previa presentazione di autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni. La sospensione potrà essere richiesta fino all'agibilità o all'abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, e dovrà pervenire entro il 1° ottobre 2018. I tempi di rimborso e i costi dei pagamenti sospesi verranno calcolati in base a quanto previsto dall'Accordo del 18 dicembre 2009 tra l'ABI e le associazioni dei consumatori, in tema di sospensione dei pagamenti. La sospensione si applicherà a partire dalla prima rata utile successiva alla ricezione della richiesta da parte della Banca, per il numero delle mensilità indicate nel modulo di richiesta. Decorso il periodo di sospensione, il rimborso del finanziamento riprenderà con la medesima periodicità stabilita nel contratto, con conseguente allungamento del piano di ammortamento originario per un periodo corrispondente a quello della sospensione. La sospensione non comporterà alcuna modifica alle condizioni contrattuali pattuite, né comporterà l’applicazione di interessi di mora, commissioni, spese istruttorie o la richiesta di garanzie aggiuntive. Gli interessi corrispettivi sulla quota capitale, che nel periodo di sospensione continueranno a maturare al tasso contrattualmente stabilito, saranno ripartiti sulle rate residue del finanziamento. Il Cliente potrà decidere di riprendere i pagamenti in qualsiasi momento, anche prima del termine previsto dalla sospensione, dandone comunicazione alla Banca.


Modulo Richiesta sospensione del mutuo per i consumatori